Brema: il messaggio della Federnuoto per le manifestazioni

Si prega il Gruppo Ufficiali di Gara di trasmettere tale messaggio a tutti gli UU.GG. impegnati nel suddetto fine settimana.
Questi ultimi dovranno chiedere agli speaker di ciascuna manifestazione di leggere il messaggio in calce e di osservare un minuto di raccoglimento:

“Cinquant’anni fa abbiamo perso la meglio gioventù del nuoto italiano. Gli Angeli di Brema sono volati via troppo presto, troppo in fretta. Gli azzurri Bruno Bianchi, Amedeo Chimisso, Sergio De Gregorio, Carmen Longo, Luciana Massenzi, Chiaffredo Dino Rora, Daniela Samuele, l’allenatore Paolo Costoli e il telecronista RAI Nico Sapio scomparvero in una delle tragedie più crudeli della storia dello sport. Quella sciagura provocò un vuoto umano e sportivo difficile da colmare, che commuove e addolora ancora e per sempre. Non dobbiamo e non possiamo dimenticare! L’Italia del nuoto si stava formando attorno ad atleti eccezionali che avrebbero partecipato alle Olimpiadi di Città del Messico. Da Brema nasce la Nazionale che ammiriamo alle Olimpiadi, ai campionati mondiali ed europei e che, insieme i suoi grandi campioni, mantiene viva la memoria medaglia dopo medaglia.
La Federazione e il movimento natatorio rivolgono, in questo sentito anniversario, un affettuoso pensiero ai nostri  “Angeli di Brema”.
Ultimo aggiornameto: 30 gennaio 2016